Programma - Gallery - Area Stampa
2007

www.taormina-arte.com/2007
Al centro del ricco calendario di eventi proposti nelle sezioni Teatro, Musica e Danza di Taormina Arte 2007 ci sono stati artisti di assoluta qualità e spettacoli di caratura internazionale. Una stagione certamente per tutte le generazioni e le più diverse sfere di pubblico quella che dal 29 giugno al 22 agosto ha visto numerosi eventi in scena al Teatro Antico, ma anche al Palazzo dei Congressi ed al Palazzo dei Duchi di S. Stefano.

All’interno del programma di TaoArte si conferma, per il quinto anno a Taormina l’ormai tradizionale appuntamento del Womad, il festival della World Music ideato da Peter Gabriel e Thomas Brooman; sonorità e colori multietnici al centro della rassegna 2007, in programma dal 13 al 15 luglio. Protagonisti, tra gli altri, Gilberto Gil, Sheila Chandra, Roy Paci, i Tinariwen, Manu di Bango, Agricantus, Emile Yx Jansen, e soprattutto Robert Plant, storica voce “cult” dei Led Zeppelin.

Tappa inaugurale del lungo viaggio però il 29 e 30 giugno al Teatro Antico “La distanza della luna”, opera liberamente tratta dall’omonimo racconto di Italo Calvino: la voce recitante è stata affidata ad uno dei più eccelsi interpreti del teatro italiano, Arnoldo Foà. Grande attesa per il “Satyricon” di Renato Giordano, una prima nazionale, con la regia di Renato Giordano, che il 20 e 21 luglio al Teatro Antico ha rivisitato il racconto storico di Petronio Arbitro: protagonisti due straordinari interpreti italiani , Michele Placido e Giorgio Albertazzi. Un’altra prima nazionale il 27 e 28 luglio, il “Filottete”da Sofocle, di e con Vincenzo Pirrotta.

Da segnalare poi lo spazio dedicato a due poeti siciliani, Ignazio Buttitta (Il poeta in piazza) e Stefano D’Arrigo (Codice Siciliano), esponenti straordinari di due interpretazione dell’animo e della cultura siciliana. Ma anche di altre grandi figure della letteratura del secolo scorso (Prevert, Yourcenar), né può essere trascurata l’incursione drammaturgia contemporanea, con Antonio Rezza e il testo quindi di un giovane autore messinese (Babele) e di un giovane attore e regista messinese Giampiero Cicciò (Lo Stato d’Assedio).

Ricca di grandi appuntamenti e di spettacoli prestigiosi anche la sezione Musica & Danza, diretta dal regista Enrico Castiglione, che è iniziata il 2 agosto con Lorin Maazel, famoso in tutto il mondo, il maestro ha diretto la Symphonica Arturo Toscanini con musiche di Rimskij-Korsakov, Ludwig van Beethoven e un’ampia selezione della “Salome” di Richard Strauss.

Il 6 agosto poi sul palcoscenico di Taormina Arte l’opera lirica: il primo titolo ad andare in scena è stato la tragedia in tre atti di Luigi Cherubini “Medea”, un nuovo allestimento che ha visto protagonisti il soprano Chiara Taigi, Francesco Ellero D’Artegna, Carlos Llabres, Katja Lytting e Montserrat Martì, con il Coro Regionale Siciliano Alessandro Scarlatti e l'Orchestra Sinfonica del Mediterraneo, diretta da Marco Guidarini, con la coreografia di Mvula Sungani, i nuovi costumi di Sonia Cammarata e la regia e le scene di Enrico Castiglione. La “Medea” è stata registrata in alta definizione televisivamente e, oltre ad essere trasmessa in Italia dalla Rai con la regia dello stesso Enrico Castiglione, sarà il primo DVD di un’opera lirica nata sul palcoscenico di Taormina Arte, in collaborazione con il Festival Euro Mediterraneo.
Il secondo titolo il 18 agosto “L’Elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, con il Coro dei Solisti dell’Opera, l’Orchestra Sinfonica del Mediterraneo, diretta da Danilo Bombardini, i costumi di Francesca Pipi, le scene di Nadia Campanotta e Pamela Genovese, la regia di Elizabeth Smith. Un’opera che vede come interpreti principali Caterina Ilardo, Giulio Giuseppe Pelligra, Giovanni Bellavia, Marco Filippo Romano e Claudia Munda. Un nuovo allestimento Teatro Manoel di Malta realizzato insieme all’Accademia Musicale di Palermo e I Solisti di Opera Laboratorio, in collaborazione con la Fondazione Teatro Massimo di Palermo.

Il programma prosegue il 7 agosto con l’”Orchestra I Cameristi del Teatro alla Scala” diretti da Gaetano Cuccio Pellegrini e con la partecipazione del violinista Giovanni Angeleri, vincitore del concorso Paganini; una serata “speciale” in agenda l’8 agosto al Palazzo dei Congressi con la proiezione video e la presentazione del Dvd del concerto al Teatro Antico di Josè Carreras registrato a Taormina nel 2001.

Successo di pubblico e di critica il 10 agosto nella notte di San Lorenzo, sul palcoscenico del Teatro Antico di Taormina la vera passerella di stelle, quelle del firmamento della danza, per rendere omaggio ad uno dei suoi astri più luminosi: Alessandra Ferri dà l’addio alle scene dopo una lunga carriera costellata di successi. Insieme a lei, i colleghi con cui ha lavorato negli ultimi anni, alcuni dei ballerini più affermati, etoiles e principals dei più importanti teatri internazionali, tra cui Roberto Bolle e Julio Bocca.

Il 12 agosto, sempre al Teatro Antico, il suggestivo balletto di Sergej Prokof’ev “Romeo e Giulietta”, con Glutina Mavlukasova, Guzel Sylejmonova, Arkadis Zinov, per le coreografie di Shamil Teregulov. Il 14 agosto un tocco di jazz internazionale con l'Orchestra Nazionale Italiana del Jazz diretta da Gerardo Di Lella per un “Tributo a Duke Ellington: The Swing Era”. Il 19 agosto Uto Ughi al violino in accompagnato dai Filarmonici di Roma.

Pubblico delle grandi occasioni e teatro pieno il 20 Agosto al Teatro Antico per il concerto della mitica. Infine il 22 agosto concerto di chiusura con una delle star della lirica mondiale la celeberrima Montserrat Caballè, in un programma variegato dedicato all’opera lirica, al musical e alla zarzuela accompagnata dall’Orchestra Sinfonica del Mediterraneo diretta da Jose Collado.

La terza edizione del Sinopoli Festival (Palazzo dei Congressi di Taormina 18-21 ottobre) promosso dal Comitato Taormina Arte e sostenuto attraverso la sinergia ed un forte impegno comune, dall’Assessorato Regionale Turismo, dalla Fondazione Banco di Sicilia, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Lo spettacolo che inaugura il festival il 18 sera è intitolato Sofocle/ Pasolini/ Sinopoli: Edipo Re, una produzione esclusiva con la regia di Denis Krief e con la Sinopoli Chamber Orchestra diretta da Stefano Celeghin. La musica di Giuseppe Sinopoli (Musiche di scena per Edipo Re di Sofocle-Tre frammenti da Saffo) si specchia con i Frammenti da Edipo Re di Pier Paolo Pasolini. Il cast degli artisti è capeggiato da Sara Allegretta, Sonia Bergamasco e Alfonso Veneroso.

Da quest’anno il Festival apre poi una galleria di ritratti di compositori siciliani del Novecento con un omaggio a Francesco Pennisi. La complessa figura dell’artista - fine musicista, elegante scrittore , raffinato pittore - viene ricordata con una mostra di disegni e acquerelli (18-21 ottobre) e con un concerto sabato 20 alle 19 realizzato in coproduzione con la Biennale di Venezia e con il Conservatorio Arcangelo Corelli di Messina. Il Ritratto di Francesco Pennisi impegna la Sinopoli Chamber Orchestra di Taormina Arte diretta da Fabio Maestri e il soprano Elizabeth Norberg-Schulz in brani dello stesso Pennisi - Medea dixit da un frammento di Ovidio, La Pietà da una lirica di Alda Merini, Cartolina all’ombra del faggio,Se appare il dubbio , The wild Swans da una lirica di W.B.Yeats ai quali si aggiunge D’après, omaggio a Francesco Pennisi di Robert Mann.

Altri appuntamenti musicali sono venerdi’ 19 ore 21,15 il concerto dell’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Musica di Fiesole diretta da Gabriele Ferro (Giuseppe Sinopoli Pour un livre à Venise, Franz Schubert Sinfonia Incompiuta, Anton Bruckner Sinfonia n. 9), e sabato 20 alle 21,15 un recital del pianista Andrea Lucchesini (Giuseppe Sinopoli Sonata per pianoforte, Franz Schubert, 4 improvvisi, Ludwig van Beethoven Sonate op. 109 e 110).

La terza edizione del Sinopoli Festival - che ha ricevuto questo anno il prestigioso riconoscimento dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica - prosegue nell’approfondimento della figura di Giuseppe Sinopoli attraverso un filo conduttore che lega tre interessi centrali del suo pensiero Mito, Musica e Psicoanalisi, e che ispira il Convegno incentrato in particolare sulle figure di Edipo e Medea.

Azio Corghi, Sergio Givone, Paolo Matthiae, Luca Ronconi sono infine i componenti della giuria che, la sera del 19 ottobre, conferiscono la prima edizione del Premio Sinopoli per la cultura destinato ad una personalità che si sia particolarmente distinta per la difesa dei valori dell’arte e della cultura. Il Premio è costituito dalla re-interpretazione di una vecchia moneta di Taormina raffigurante un toro cozzante insieme ad altri elementi di conio ed è assegnato al Presidente Carlo Azeglio Ciampi a ritirarlo l'ambasciatore Cavarai.